1° festa diocesana dei Cattolici immigrati

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Udine, 27 gennaio 2013

Tante lingue, una sola fede

Al via la prima «Festa diocesana dei cattolici immigrati», domenica 27 gennaio 2014
 
 
Una Chiesa, quella udinese, plurale e accogliente che riconosce, nella presenza delle tante comunità cattoliche immigrate, una preziosa ricchezza. È questo il messaggio che porta con sé la prima «Festa diocesana dei cattolici immigrati» che, accompagnata dallo slogan «Tante lingue una sola fede», si svolgerà domenica 27 gennaio con inizio alle ore 10.30 in cattedrale a Udine. L’iniziativa, fortemente voluta dall’Arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, e organizzata dall’Ufficio e dalla Commissione Migrantes, si articolerà in due momenti. Quello principale sarà la celebrazione eucaristica, alle 10.30 in cattedrale a Udine, presieduta dall’Arcivescovo e che sarà animata dalle comunità immigrate cattoliche che si alterneranno nelle letture, nei canti e nella preghiera dei fedeli.
 
Conclusa la Santa Messa si formerà un corteo – con in testa l’Arcivescovo e formato dalle comunità con costumi e bandiere – che si snoderà, attraverso via Vittorio Veneto, da piazza Duomo fino al Seminario arcivescovile, in viale Ungheria. Qui prenderà vita la festa vera e propria durante la quale ci sarà un momento dedicato alla presentazione di ogni comunità, un saggio della cultura di ognuno di 10-15 minuti ciascuno.
 
«Il senso di questa iniziativa – spiega Claudio Malacarne, direttore dell’Ufficio diocesano  Migrantes – è quello di sottolineare che la Chiesa ha una dimensione universale dove la fede è declinata in diverse culture e espressa in diverse lingue. Ed anche di promuovere una occasione per riflettere sull’accoglienza e l’integrazione reciproca in un’epoca di grandi migrazioni». Nell’Arcidiocesi di Udine si stima che delle 36 mila presenze di immigrati, la componente cattolica rappresenti almeno il 10-15% del totale, in termini assoluti circa 5 mila persone.